admin

Benvenuto/a sul mio Blog

Mi piace condividere con gli altri le mie esperienze sul mental coaching per aiutare le persone ad osservare con altri occhi ed a intravvedere delle nuove soluzioni. Lasciami un commento se trovi i miei post interessanti, mi farà molto piacere riceverli o se preferisci, condividili con i tuoi amici sui social network. Grazie!
Sei uno sportivo che utilizza gli alibi per giustificare i propri errori?

Avete mai visto il video di Abraham J. Twerski in cui racconta come l’aragosta riesca a crescere, sebbene viva all’interno di un guscio rigido? Per farlo deve perdere il guscio vecchio, restando senza difesa per il tempo necessario a formarne uno nuovo. Questo è il periodo in cui è esposta ai pericoli maggiori, ma è l’unico modo per riuscire a crescere. Una frase del video che mi ha colpito di più è che “lo stimolo che permette all’aragosta di crescere nasce da una ...
 
La sindrome di Fonzie: esiste anche nello sport?

Avete mai visto la famosa serie televisiva Happy Days ? Uno dei personaggi più conosciuti ed amati dal pubblico era il mitico Arthur Fonzarelli, soprannominato “Fonzie”. Era il più “figo” di tutti, aveva un gran successo con le donne, gli riusciva bene tutto quello che faceva ed era sempre il migliore. Di “umano” aveva solo una cosa, ogni tanto faceva degli errori, raramente ma li faceva e quando doveva pronunciare la frase “ho sbagliato”, provava più e più volte prima di pronunciarla correttamente.
 
La frustrazione nei giovani atleti: cause e possibili soluzioni

La frustrazione si può controllare con l’allenamento mentale insegnando agli atleti che gli errori e le sconfitte servono per migliorare, per diventare più sicuri nei propri mezzi. Gli atleti si devono focalizzare sui gesti che stanno compiendo e non sugli errori fatti in passato. Come risultato avremo atleti più concentrati, più fiduciosi nelle loro abilità, che affronteranno le sfide con maggiore serenità e tranquillità e le loro prestazioni avranno benefici positivi. La mia tesi è che la frustrazione si può eliminare ...
 
L’attività fisica è in calo: quali soluzioni adottare?

La mia tesi è che le emergenze nello sport sono collegate tra di loro e sono dovute alle pressioni che i ragazzi sono sottoposti da parte della società, dai genitori, dagli allenatori sportivi. Una soluzione a questa emergenza andrebbe cercata nell’insegnamento delle abilità mentali che permetterebbe ai giovani atleti di giocare con entusiasmo, felicità, sicurezza in se stessi e autostima. Alcuni giorni fa ho letto su un articolo pubblicato sul web che in Italia l’attività fisica nei giovani è in calo ...
 
Sei pronto per una seconda possibilità?

Da pochi giorni è cominciato un nuovo anno e per molti atleti è arrivato il momento di fare il bilancio dell’anno appena concluso e per fissare dei nuovi obiettivi. Molti pensano che per alzare la propria asticella ed arrivare lassù dove sanno di poter stare, sia necessario aggiungere o fare più cose. Si pongono nuovi obiettivi come, ad esempio, allenarsi una volta in più alla settimana o per un numero superiore di ore nella speranza di migliorare le proprie prestazioni fisiche e/o tecniche...
 
Stai seguendo un metodo efficace per ottenere dei risultati positivi?i

Ieri ho finito di leggere il libro di Bob Bowman capo-allenatore della Nazionale USA di nuoto e Coach di Michael Phelps. Michael Phelps per chi non lo conoscesse, è un ex nuotatore statunitense considerato il più grande nuotatore di tutti i tempi, pensate è l'atleta più titolato nella storia delle Olimpiadi moderne: con 23 medaglie d'oro è l'olimpionico più vincente. Agli ori si aggiungono tre medaglie d'argento e due di bronzo, per un totale di 28 podi! Il libro descrive quali sono le 10 regole d’oro per raggiungere l’eccellenza...
 
Hai mai sentito parlare di credenze limitanti?

L’altro giorno ho letto la storia di Roger Bannister il primo atleta ad aver corso il miglio con un tempo inferiore ai quattro minuti. Ai quei tempi infrangere quella barriera era paragonata alla scalata dell’Everest, tanto era considerata un’impresa impossibile da realizzare. Sono rimasto molto colpito dalle sue gesta non tanto per quello che ha fatto, ma per il fatto che ci è riuscito nonostante le convinzioni limitanti che condizionavano il mondo dell’atletica. La storia comincia così...
 
Perfezione o eccellenza cosa scegli?

Gli atleti a qualsiasi livello tecnico/fisico e di qualsiasi disciplina sportiva, oltre a fare sport per divertimento, dovrebbero avere l’obiettivo di diventare sempre migliori rispetto al giorno precedente. Le strade che possono percorrere per arrivare a quel traguardo sono molteplici, sceglierne una al posto di un’altra può significare il raggiungimento o il non raggiungimento dell’obiettivo....
 
close-link